Pieve a Nievole (Pistoia) Piazza XX Settembre, 1 • centralino tel. 0572 95631 – fax 0572 952150 - P.IVA 00127640472 • PEC comune.pieve-a-nievole@postacert.toscana.it

Referendum: entro il 24 aprile le domande per la propaganda elettorale

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF

Domande per l'assegnazione degli spazi per la propaganda elettorale diretta

L'affissione di stampati, giornali murali o altri e di manifesti di propaganda, da parte di partiti o gruppi politici che partecipano alla competizione elettorale è effettuata esclusivamente negli appositi spazi a ciò destinati in ogni Comune.

L'assegnazione di uno spazio per la propaganda diretta è subordinata alla presentazione di espressa richiesta alla Giunta municipale entro lunedì 24 aprile.

La Giunta comunale si riunirà fra martedì 25 e giovedì 27 aprile per stabilire, delimitare e assegnare gli spazi da destinare alle affissioni di propaganda elettorale, distintamente, fra i partiti e gruppi politici rappresentati in Parlamento e i comitati promotori che ne abbiano fatta formale e tempestiva richiesta.

Appena assegnati gli spazi, il relativo prospetto sarà pubblicato su questa pagina web e ne sarà data comunicazione agli indirizzi di posta elettronica indicati nelle domande.

La domanda prodotta dai partiti/gruppi politici rappresentati in Parlamento deve essere sottoscritta dai rispettivi organi nazionali o parlamentari o dai rispettivi organi regionali, provinciali, o comunali.

La domanda proveniente dai promotori dei referendum deve essere sottoscritta da almeno uno dei promotori stessi.

Le istanze possono anche essere sottoscritte da delegati di uno dei suddetti, purché corredate dal relativo atto di delega. Non è richiesta nessuna autenticazione per la sottoscrizione della domanda o della delega.

Le domande possono essere presentate:

- a mano, presso l'ufficio protocollo del Comune in Piazza XX Settembre 1;

- per posta ordinaria;

- via fax al numero 0572 / 952150;

- per pec: comune.pieve-a-nievole@postacert.toscana.it.

 

 


Normativa di riferimento

La campagna elettorale e le relative forme di propaganda in luoghi pubblici o aperti al pubblico sono disciplinate da una normativa organica:

-L. 4/4/1956, n. 212 - "Norme per la disciplina della propaganda elettorale";

-L. 24/4/1975, n. 130 -"Modifiche alla disciplina della propaganda elettorale ed alle norme per la presentazione delle candidature e delle liste dei candidati nonché  dei contrassegni nelle elezioni politiche, regionali, provinciali e comunali";

- L. 25/5/1975, n. 352 "Norme sui referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo"

-L. 10/12/1993, n. 515 - " Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica";

-L. 22/2/2000, n. 28 - "Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica".

AnteprimaAllegatoDimensione
domanda_propaganda.odt18.53 KB

11/12/2017 •

Utenti online: 3

Pieve informa

Lo sportello dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico di Pieve a Nievole

Servizio newsletter