Pieve a Nievole (Pistoia) Piazza XX Settembre, 1 • centralino tel. 0572 95631 – fax 0572 952150 - P.IVA 00127640472 • PEC comune.pieve-a-nievole@postacert.toscana.it

Esprimi la tua volontà sulla donazione di organi e tessuti

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF
una scelta in comune

Il Comune di Pieve a Nievole aderisce al progetto “Una scelta in Comune”.

I cittadini che si presenteranno all’Anagrafe di Pieve a Nievole per chiedere la carta d’identità, saranno chiamati ad esprimere il proprio consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti post mortem.

L’Amministrazione comunale, in virtù della legge 98/2013, ha accolto favorevolmente il modello tutto toscano denominato “Una scelta in Comune”, che dà la possibilità di manifestare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio della Carta d’Identità.

Il 27 ottobre 2016 i comuni della provincia di Pistoia, insieme con le Aziende Usl Toscana Sud Est e Toscana Centro, con l’Associazione Italiana Donatori Organi (AIDO), con la provincia di Pistoia e in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia (ANCI), hanno sottoscritto il protocollo d’intesa “Carta d’identità - Donazione organi”, che rende finalmente possibile la registrazione delle dichiarazioni di volontà anche presso i Comuni.

In Italia, nel 2015, sono stati eseguiti 3.317 trapianti, 67 in più rispetto al 2014 e 228 rispetto al 2013, mentre i pazienti in lista d’attesa erano ben 9.070 (fonte Centro Nazionale Trapianti - Sistema Informativo Trapianti). Dietro queste cifre vi è tutto il dramma di coloro la cui sopravvivenza è legata alla possibilità di un trapianto e che per l’insufficiente numero di donatori, di fatto, ha scarse speranze di vita.

L’Amministrazione comunale di Pieve a Nievole, insieme con l’Azienda USL Sud Est, capofila regionale, è concretamente impegnata nell’opera di sensibilizzazione della comunità pievarina su questo tema.

La donazione degli organi è un atto di grande e responsabile generosità che richiede la piena consapevolezza da parte di tutti e un grande sforzo informativo, soprattutto ora che il legislatore ha attribuito un ruolo fondamentale ai Comuni.

cartaidentità

Dunque tutti i cittadini maggiorenni in possesso di carta d’identità e i cittadini stranieri, residenti, muniti di documento di riconoscimento e di tessera sanitaria in corso di validità, potranno esprimere il proprio consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti, sottoscrivendo uno specifico modulo disponibile presso l’URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico di questo Comune.

La dichiarazione sarà registrata dall'Ufficiale dell'Anagrafe al momento della richiesta della carta d’identità. L’orientamento espresso (consenso o diniego) sarà quindi trasmesso al Sistema Informativo Trapianti (SIT), dove andrà ad alimentare una banca dati consultabile 24 ore su 24 dai centri per i trapianti, ma non sarà riportato sul documento d’identità, né sarà oggetto di certificazione.

Si potrà cambiare idea in qualsiasi momento e modificare la volontà già espressa recandosi nuovamente presso il Comune, l’Azienda USL, gli ambulatori dei medici di base, le aziende ospedaliere, o il Centro regionale per i trapianti. In ogni caso sarà ritenuta valida l’ultima dichiarazione resa.

I cittadini non saranno in alcun modo obbligati ad esprimersi. Con il progetto “Una scelta in Comune” l’Amministrazione comunale vuole semplicemente sensibilizzare la comunità pievarina e favorire l’espressione delle volontà su un tema così importante per tutta la collettività. In ogni caso il personale comunale sarà a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie e per garantire la piena libertà di scelta.

21/07/2017 •

Utenti online: 19

Pieve informa

Lo sportello dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico di Pieve a Nievole

Servizio newsletter